Dove mangiare a San Vito lo Capo

Una vacanza che si rispetti include una componente fondamentale: il cibo. Che, si sa, in Sicilia raggiunge livelli notevoli; a patto, però, di scegliere bene, specialmente nei luoghi più turistici. Se cercate idee su dove mangiare a San Vito lo Capo, siete nella pagina giusta.

Pranzo a San Vito lo Capo

Cominciamo dal pranzo, per il quale abbiamo privilegiato pasti veloci in posti molto vicini al nostro B&B. Qualche volta abbiamo optato per il Take-away, in modo da sfruttare l’ombra e la comodità delle nostre bellissime terrazze (leggi tutto qui) .

Marinella

Nonostante il suo aspetto non proprio attraente, ho apprezzato il cibo di questo piccolo bar/tavola calda e le arancine, in particolare quelle al ragù e piselli, sono tra le migliori che abbiamo mangiato durante la vacanza. Dovete entrare, ordinare tra le cose esposte nelle vatrina e poi sedervi ai tavolini esterni. Tutto molto spartano (neanche una tovaglietta di carta e bicchieri di plastica) e un gran caldo all’ora di pranzo, ma con una bella bibita fresca rimedierete subito.

Tasty paninoteca

A ridosso della spiaggia, questa insalateria/paninoteca/friggitoria dall’aspetto (e dal nome) americaneggiante è un pochino fuori-contesto, ma perfetta per chi desidera un pranzo economico da consumare sotto l’ombrellone. Ho preferito le insalatone alle arancine e agli hamburger. La mia preferita? Quella greca!

Scegliete sui grossi menu esterni (ricordatevi prima di prendere il numerino!), poi entrate (uno alla volta) solo per ordinare e pagare. L’attesa è un’esperienza! Vi dimenticherete del caldo e della fame grazie alle performance di Natale, che distribuisce il cibo in stile “Fiorello”: state al gioco e sarà uno spasso!

Gelateria Belli Freschi

Anche se non vicinissima al nostro B&B, ci ha spinti spesso a sfidare il solleone anche all’ora di pranzo (dopo cena era tappa fissa). Rapporto qualità/prezzo imbattibile (gelati ottimi ed enormi!) che, unito alla gentilezza dei proprietari, giusticava la fila chilometrica serale. Prendete il numerino e armatevi di pazienza: qui (a differenza che a Milano) si fanno le cose con calma perchè c’è sempre tempo anche per una chiacchiera. Ed è piacevolissimo.

Ho provato qui la mia prima granita siciliana (alla mandorla) e l’ho adorata. Monica, nelle sere successive, ha proposto di mixarla con un pochino di granita al caffè per attutirne la dolcezza, e il risultato è stato eclatante.

Cena a San Vito lo Capo

Ad eccezione delle serate alle Saline di Trapani (trovate tutti qui) ed Erice, abbiamo scelto di mangiare a San Vito lo Capo tutte le sere, privilegiando la cucina a base di pesce, ma concedendoci anche una pizza.

Ristorante Assoccuc’è

Non lasciatevi ingannare dall’insegna che dice “ristorantino, wine bar & food”: in questo locale servono piatti da vero e proprio ristorante, principalmente di pesce. Ottimo il fatto che nel menù ci siano diversi piatti “del giorno”, scritti a penna. Antipasti sfiziosi, primi gustosissimi (specialmente le busiate, proposte in varie versioni) e il miglior cannolo di tutta la vacanza. Ci siamo trovati talmente bene, che siamo tornati una seconda volta, per assaggiare altri piatti.

Ho apprezzato anche il fatto che venissero servite le “mezze porzioni”: chi ha un bimbo piccolo mi capirà. Mia figlia si è potuta mangiare i suoi adorati spaghetti alle vongole (tante e belle vongole perchè, come ci ha detto la chef: “io abbondo!”) e io qualcosa di un po’ più particolare. Location cool, in mezzo ai cartelli stradali (!!!). Conto: giusto.

Dove mangiare a San Vito lo Capo

Ristorante Crik e Crok

Impossibile non notare questo ristorantino dall’atmosfera elegante, dove si cena romanticamente a lume di candela. Il proprietario (e chef, nonchè campione del mondo di Cous Cous!) è il figlio del sig. Vito, proprietario del B&B Alighieri 21 (leggi tutto qui). Abbiamo dovuto prenotare qualche sera prima, perchè sempre pieno. E, dopo esserci stati, abbiamo capito il perchè: “Gusto e passione” non é solo lo slogan ma la vera mission del ristorante.

Materie prime di ottima qualità, cucinate benissimo. Il polpo su crema di ceci e rormarino si scioglieva in bocca e la mia zuppetta di antipasto… beh, giudicate voi dalla foto qui sotto! Ho provato il cous cous (ovviamente!), che non avevo mai mangiato, e mi è piaciuto molto. A mia figlia, hanno proposto mezza porzione di busiate con sughino di pesce, che si è divorata! Un peccato non avere assaggiato i dolci, ma eravamo strapieni.

Servizio discreto ed educato. Apprezzatissimo il divieto di fumare ai tavoli (seppur all’aperto): “Nel rispetto di tutti i nostri ospiti, vi chiediamo di spostarvi all’esterno per fumare” ho sentito rispodere con gentilezza a una coppia di clienti che chiedeva un posacenere. Conto più che giusto.

Pizzeria El Sombrero

Vero che a San Vito lo Capo è meglio mangiare il pesce, ma la pizza è un diversivo a cui non sappiamo rinunciare. Abbiamo adocchiato questo piccolo ristorante durante le nostre passeggiate serali e una sera, di ritorno dalla spiaggia, abbiamo prenotato un tavolo (vi consiglio di farlo perchè sempre pieno).

La mia pizza con salsiccia e ricotta salata (che non avevo mai provato) era poco indicata per la linea, ma di certo non per il gusto! Servizio cordiale e molto simpatico. Apprezzano molto il fatto di non dilungarsi al tavolo una volta finita la cena (per dare spazio alle persone in fila fuori) e “ringraziano” offrendo il caffè al banco, dove si paga il conto. Prezzi molto onesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.