5 giorni a Chiang Mai

Nell’organizzazione del nostro viaggio in Tailandia, coadiuvati dalla Lonely Planet, mio marito ed io ci siamo divisi i compiti: lui si sarebbe occupato della permanenza a Chiang Mai, mentre a me toccava la parte “mare” e gli ultimi giorni a Bangkok. Una volta unite le varie informazioni e composto l’itinerario mi sono chiesta: cosa faremo per 5 giorni a Chiang Mai? Sì perchè questa città è meno conosciuta delle solite mete modaiole tailandesi ed io, che non mi ero informata per nulla, temevo di non riuscire ad impegnare tutte le giornate previste. Mi sbagliavo di grosso, però.

LEGGI ANCHE: Itinerario di viaggio in Tailandia

Il tempio di Wat Phra Singh Chaing Mai

La città

Chiang Mai, la seconda città della Tailandia, si trova nel nord del paese, in mezzo a montagne verdeggianti e a una natura rigogliosa. Molto più vivibile della capitale Bangkok, io l’ho trovata anche più “occidentale”. Si presta benissimo al relax, ad escursioni e attività in mezzo alla natura e vanta anche una ricchissima tradizione culinaria, con scuole di cucina di alto livello. Inoltre, è climaticamente migliore di Bangkok (c’è meno umidità) e, sicuramente, è più economica.

Il nostro hotel

Per i nostri 5 giorni a Chiang Mai, abbiamo scelto un hotel di medio livello ma con ottime recensioni e in posizione strategica, appena fuori le mura del centro storico. L’Hotel Goldenbell, era pulito, economico e aveva anche una bella piscina, che è stato piacevole utilizzare dopo i pomeriggi di calura tailandese. Prezzo: 270€ per 5 notti, colazione (più che discreta) inclusa, prenotato su Booking.com .

Nel prezzo era compreso anche l’uso delle biciclette. Lo segnalo perchè noi le abbiamo sfruttate tantissimo durante i nostri 5 giorni a Chiang Mai. Ci hanno permesso di muoverci più velocemente nel centro della città, dove non c’è traffico (possono transitare pochissime automobili) e dove si possono lasciare tranquillamente incustodite senza correre il rischio di non trovarle più.

Il personale dell’hotel, gentilissimo (come un po’ tutti, in Tailandia), ci ha fornito anche molte informazioni turistiche, prenotandoci visite o escursioni. Nonostante fossimo esausti per il viaggio dall’Italia (al quale avevamo aggiunto subito anche il volo interno per Chiang Mai) e, alle 23.30, poco dopo il check-in, non desiderassimo altro che sprofondare nel lettone, ci ha fatto piacere che abbiano bussato alla nostra porta per consegnarci il “welcome kit”: un cesto pieno di bibite e snacks che avremmo consumato nei successivi 5 giorni a Chiang Mai.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: 3 giorni Phi Phi Islands

Cosa fare in 5 giorni a Chiang Mai

Visitare il centro storico

La prima mattina, tenendo presente che saremmo stati ancora piuttosto stanchini per il viaggio, avevamo previsto di fare un giro prelustrativo all’interno delle mura. Il personale dell’hotel alla reception ci ha fornito la mappa e ci ha spiegato dove potevamo andare. Ci ha detto anche che eravamo “molto fortunati”, perchè capitati nei giorni di festa di uno dei templi più importanti di Chiang Mai: il Wat Chedi Luang. Ci attendevano spettacoli, bancarelle e street-food. Prese le bici e ci siamo avviati. Si trattava solo di attraversare una strada ed eravamo già dentro le mura.

Il centro ci Chiang Mai è fatto di piccole stradine poco trafficate, negozi, ristoranti e un’agenzia di cambio presso la quale abbiamo cambiato i nostri Euro a un tasso davvero vantaggioso. Tutto molto tranquillo.

Il tempio di Wat Chedi Luang

Siamo arrivati in pochi minuti al tempio Wat Chedi Luang. Nel piazzale appena dopo il cancello c’è il tempio principale e un paio di templi secondari. Pullula di gente; tantissima gente che compra fiori da lasciare davanti ai templi in segno di devozione. Ci sono montagne di fiori ovunque e inservienti che passano regolarmente a svuotare ceste e vassoi per far posto a quelli che arriveranno.

5 giorni a Chiang Mai

All’interno del tempio principale, si possono lasciare monetine nelle interminabili file di ciotole, mentre giovanissimi monaci regalano braccialetti a classi di bambini che sono venuti al tempio, probabilmente, durante l’orario di lezione.

Nella parte retrostante il tempio principale si può ammirare un’antica stupa, risalente al 1441, in parte rovinata e non ristrutturata.
Da una parte la stupa è ornata da sculture di elefanti (di cui solo una è originale, ovviamente quella senza proboscide e orecchie). Intorno ci sono altri templi minori (in uno di questi si può ammirare il Buddha nella posizione del Nirvana). Tutt’intorno bancarelle di street food su cui si può trovare di tutto. E quando dico “di tutto” intendo “DI TUTTO”, credetemi…

tempio di Wat Chedi Luang Chiang Mai

Durante i nostri  5 giorni a Chiang Mai ci torneremo altre volte, soprattutto di sera. Balli in costume, attività serali nei templi, un tendone pieno di tavoli e bancarelle dove poter assaggiare street food e, soprattutto, un mercato nelle vie circostanti che era impossibile visitare tutto in una sera sola.

Acquistare un’escursione a Chiang Rai

Durante 5 giorni a Chiang Mai non può mancare un’escursione a Chiang Rai, al confine con il Laos. L’abbiamo acquistata presso una delle tante ed efficientissime agenzie di viaggio locali, per il giorno seguente.

Ho tante cose interessanti da dire e foto da mostrarvi su Chiang Rai, percui ho dedicato a questa escursione un intero articolo. Lo trovate qui.

Visitare il tempio di Wat Phra Sing

Forse il più bel tempio di Chiang Mai, il Wat Phra Singh è all’interno di un comprensorio curatissimo ed è qui dove si trova il Buddha Leone che ha la particolarità di avere tratti umani e un ciuffo a forma di fiore di loto.

Sia le decorazioni dorate all’interno del tempio sia il tetto a 3 livelli sono tipici dell’arte religiosa Lanna, e la sfarzosità di quello che abbiamo visto ci ha lasciati davvero senza fiato.

Provare il celeberrimo tuk-tuk

All’esterno dei tempio, un gentile autista di tuk-tuk ci ha avvicinati, proponendoci di accompagnarci qualche chilometro fuori città, a visitare la fabbrica delle ceramiche Celadon quella dei gioielli. Ci ha chiesto una cifra irrisoria (intorno ai 2/3€, tant’è che abbiamo chiesto conferma più volte) e, visto che era ormai metà pomeriggio e non avevamo niente di particolare in programma abbiamo accettato. Dopo 5 giorni a Chiang Mai abbiamo capito che gli autisti prendono una percentuale in caso di acquisto e, siccome in effetti abbiamo acquistato, non ci siamo sentiti poi così “in colpa” per il prezzo stracciato. (Gli abbiamo lasciato comunque più di quello pattuito, visto che eravamo stati in giro quasi 1 ora e mezza).

5 giorni a Chiang Mai

L’esperienza sul tuk tuk sarebbe da fare, ma vi dico anche che bisogna munirsi di un certo coraggio. Gli autisti sono piuttosto spericolati, cercano di infilarsi nel traffico un po’ dappertutto (anche se non sempre hanno spazio sufficiente) e, specialmente nell’ora di punta, è una bella sfida! Soprattutto per i passeggeri stranieri, non abituati a certe manovre.

Siamo stati fuori città, prima alla fabbrica delle ceramiche Celadon, poi a quella dei gioielli (vedi i dettagli più in basso in questo articolo), che si trovano sulla stessa strada, a poca distanza. E’ stato comunque un bel giro, degno del nostro “battesimo del Tuk-Tuk”!

Rilassarsi un pomeriggio alla Spa

Ho un ricordo meraviglioso del mio pomeriggio alla Fah Lanna, una delle più belle Spa di Chiang Mai. Cliccate qui, e godetevi tutti i dettagli.

Trascorrare una giornata tra Quad e Rafting

Durante 5 giorni a Chiang Mai non può mancare un pizzico di avventura! quindi, in una delle tante agenzie che propongono attività turistiche, abbiamo acquistato un pacchetto per un’intera giornata di  attività: discesa in rafting tra le rapide di un fiume e, successivamente, percorso in Quad . In mezzo, il pranzo. Costo totale, trasporto da e per il nostro hotel incluso: circa 35/40€ (a testa).

Dai vari depliant che abbiamo consultato in agenzia abbiamo capito che ci sono vari tour operator che propongono itinerari e percorsi (soprattutto per il quad), più o meno avventurosi.

La discesa sul fiume

Ci sono venuti a prendere il hotel con un pulmino e, dopo un breve tragitto, siamo arrivati al fiume. Abbiamo fatto una discesa (non troppo impegnativa) con tanto di acquazzone tailandese. Abbiamo potuto poi fare una doccia calda (ci hanno portati col pulmino poco distante)  e ci hanno offerto un discreto pranzo sulla riva del fiume.

Il percorso con il quad

Col pulmino siamo poi arrivati al luogo di partenza dei Quad. Ecco, ci aspettavamo un percorso un pochino più impegnativo e divertente, ma siamo rimasti un po’ delusi. Non abbiamo fatto altro che seguire, in fila indiana, un semplice percorso tra gli alberi (condito dal secondo acquazzone giornaliero!).

Escursione in Quad durante 5 giorni a Chiang Mai

Quindi, vi do 2 consigli:

  • prima di scegliere la vostra escusrione (e quindi il tour operator che ve la fornirà), cercate di capire se la difficoltà è adatta al vostro livello e corrisponde alle vostre aspettative, o meno. Rischiereste di annoiarvi o, peggio, di correre dei pericoli.
  • portatevi 2 cambi. Era scontato un cambio dopo il rafting, ma non lo avevamo previsto dopo il quad, e siamo tornati a casa coi vestiti fradici. Il temporale è sempre dietro l’angolo in Tailandia, anche se, guardando il cielo alla mattina, può sembrarvi impossibile.

Noleggiare uno scooter

Da veri centauri (o forse più da incoscienti…) e in astinenza da “2 ruote” a Chiang Mai ci è venuta voglia di calarci nei panni dei locali e abbiamo noleggiato per un giorno uno scooter (prezzo 5€ comprensivo di assicurazione, altrimenti 4€…)! Potete leggere i dettagli sul noleggio qui.  

noleggiare uno scooter a Chiang Mai

Visitare il tempio Wat Phrathat Doi Suthep

L’obiettivo era quello di raggiungere in autonomia il tempio Wat Phrathat, che si trova sul monte Doi Suthep, una quindicina di chilometri fuori da Chiang Mai. Il percorso non è stato difficile (ci sono un po’ di tornanti nell’ultimo tratto, ma niente di particolare) e non abbiamo avuto problemi nel traffico uscendo dalla città, anche perchè Chiang Mai non è Bangkok. Una volta posteggiato lo scooter ci siamo chiesti: “…e i caschi? Dove li lasciamo?” Dando un’occhiata alla fila interminabile di scooter parcheggiati abbiamo capito: li dovevamo lasciare appesi agli specchietti, come tutti gli altri. Evidentemente, Chiang Mai non è nemmeno Milano…

Wat Phrathat Doi Suthep è un tempio del Buddhismo Theravada. Durante un soggiorno di  5 giorni a Chiang Mai lo inserirei come “tappa obbligata”.  Oltre ad essere uno dei luoghi più sacri e venerati della Tailandia, si trova in una posizione panoramica incredibile, dalla quale si può godere di una spettacolare vista su Chiang Mai e dintorni. Per giungere al tempio vero e proprio bisogna percorrere una lunga e suggestiva scalinata di 306 gradini. In alternativa, una funicolare fa su e giù per pochi Bath.

Scalinata Doi Suthep

In alto, il tempio è davvero particolare e merita di sicuro una visita. E’ molto affollato, perchè è formato da tanti piccoli santuari, molto vicini tra loro e ci sono diverse funzioni religiose in corso, a cui fedeli assistono con grande partecipazione. Ecco perchè siamo stati particolarmente attenti a non intralciarli e a non disturbare.

Dove mangiare in 5 giorni a Chiang Mai

Durante il nostro viaggio in Tailandia e, in particolare, nei 5 giorni a Chiang Mai, non ci siamo fatti mancare il cibo tailandese! Nonostante abbiamo provato molte cose, per poter dire di conoscere bene l’argomento, avremmo dovuto fermarci almeno 1 mese!

dove mangiare Chiang Mai

I dettagli in questo articolo!

Shopping a Chiang Mai

Lo shopping a Chiang Mai è un vero affare. Si può trovare di tutto (specialmente abbigliamento e souvenirs, ma anche manufatti) a prezzi più bassi che a Bangkok e, cosa per me molto importante, la merce è quasi sicuramente di fattura locale.

La fabbrica delle ceramiche Celadon

Elefante Ceramica celadon Chiang Mai

Situata qualche chilometro fuori dalla città, la fabbrica delle ceramiche Celadon produce il più tipico e pregiato prodotto artigianale di Chiang Mai. Prezzi molto alti rispetto agli standard tailandesi, ma si vede che sono prodotti di qualità, e preferisco sempre lasciare qualche soldo in più a bravi professionisti locali, piuttosto che portarmi a casa una “cinesata”. Ci siamo andati la prima volta in Tuk-Tuk e ci siamo ritornati da soli in scooter per acquistare un bellissimo elefante dipinto a mano, che oggi si pavoneggia su un mobile nel nostro salotto. Merita di sicuro una visita.

La fabbrica dei gioielli

Questa enorme fabbrica di gioielli si trova nella stessa zona della fabbrica delle ceramiche, ed è enorme. Tantissimi gioielli in materiali non di grande pregio, secondo me, ma ben fatti. Prezzi occidentali, percui visitata quasi esclusivamente da turisti, costantemente seguiti (senza che venga richiesto) da personale gentile, ma piuttosto insistente. Bottino della visita: una carinissima fedina in argento e rubini “locali” (cioè pietre naturali simil rubino, ma meno pregiate). Se non siete particolarmente amanti del genere, potete anche evitarla, secondo me.

La fabbrica degli ombrellini

Ci abbiamo messo un po’ a trovarla, perchè sulla strada trafficata (la stessa sulla quale si trovano la fabbrica dei gioielli e quella delle ceramiche) non è ben segnalata. La fabbrica è un po’ “Vintage”, diciamo così. Piena zeppa di ombrellini tailandesi di tutti i colori, dimensioni e prezzi. E noi uno ce lo siamo portato a casa.

Il Sunday market

Ce lo siamo trovato proprio fuori dal nostro albergo ed abbiamo trascorso una bella serata! Molto grande, affollato “il giusto” e con tante opportunità anche per la cena. Noi abbiamo optato per il pollo alla griglia, ma c’era tanta scelta. Ovviamente i tavoli non sono il massimo: del resto, siamo pur sempre al mercato e con 5€ abbiamo mangiato e bevuto in 2. Come indica anche il suo nome, questo mercato c’è solo alla domenica.

5 giorni a Chiang Mai

Night Bazaar

Distante rispetto al nostro hotel, questo mercato c’è invece tutti i giorni ma, a onor del vero, non mi ha entusiasmato. Ho trovato prodotti meno interessanti e la poca gente ha reso l’atmosfera un pochino “triste”.

Centro commerciale

Approfittando di una mattinata libera durante i nostri 5 giorni a Chiang Mai, abbiamo raggiunto il centro commerciale Central Plaza, alla periferia della città. Con le bici, ci abbiamo messo una ventina di minuti. Il centro è moderno e i negozi offrono prodotti di qualità superiore rispetto a quelli del mercato. Ci sono anche diversi fast food interessanti (noi abbiamo pranzato con degli ottimi Ramen). Se avete qualche ora libera e vi piace curiosare per i negozi, una visita si può fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.