La Spa in Tailandia

Durante i miei 5 giorni a Chiang Mai, non poteva mancare un pomeriggio di assoluto relax, specialmente dopo i molti commenti entusiastici che avevo letto qua e là riguardo le Spa Tailandesi.

Le mie aspettativa non sono state deluse e in questo articolo cercherò di spiegarvi perchè, se siete anche solo un pochino amanti del genere e vi trovate in Tailandia, vale assolutamente la pena di provarne almeno una.

La Spa in Tailandia

LEGGI ANCHE: Itinerario di viaggio in Tailandia


Scelta e prenotazione

La hall dell’hotel è piena di depliant di varie agenzie o tour operator che propongono ogni genere di attività. Tra rafting nel fiume, tour nel Triangolo d’oro e corsi di cucina Thai, ce ne sono diversi riguardanti Spa o centri benessere. Chiedo brevemente un consiglio ai ragazzi della reception e poi seguo il mio istinto: l‘elegante brochure del Fah Lanna Spa&Massage, aveva attirato la mia attenzione fin da subito.

Fah Lanna Chiang Mai

I ragazzi alla reception si offrono gentilmente di chiamare loro stessi e prenotare per me. 1 ora di foot-massage (massaggio ai piedi) + 1 ora di thai-massage (il tipico massaggio tailandese) al costo di circa 30€ totali. Il trasporto dall’hotel alla Spa è compreso nella tariffa. Mi verranno a prendere nella hall dell’hotel alle 14 del giorno successivo.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: 3 giorni a Phi Phi Island


Il mio pomeriggio alla Spa in Tailandia

Cominciamo subito col dire che trascorrere un pomeriggio in un centro benessere non deve per forza piacere a tutti. A mio marito, ad esempio, la Spa in Tailandia non interessava più di tanto, e ha preferito cimentasi con quad e rafting. Nulla di grave: ci siamo salutati a metà mattina e ci siamo dati appuntamento alla piscina dell’hotel nel tardo pomeriggio.

Avevo 2/3 ore libere prima dell’appuntamento e ho pensato di prendere la bici e fare un salto ad un vicino centro commerciale (luogo a cui mio marito è ancora più “allergico” della Spa). Oltre a fare un giro per i negozi, ho anche pranzato in un bel ristorante di Ramen.

Il trasporto

Mi siedo nella piccola hall del mio hotel qualche minuto prima dell’ora concordata per il pick-up e mi rendo conto che salirò da sola in un mezzo di trasporto con uno sconosciuto. Ma sono in Tailandia! Da quando sono qui, ho incontrato solo persone gentili e sorridenti, che tutto mi sembrano fuorchè malintenzionati. Piuttosto, mi chiedo su quale mezzo salirò: un piccolo van (come ce ne sono tanti per il trasporto dei turisti) o, magari, un tuk tuk?

All’ora precisa dell’appuntamento, fa il suo ingresso un uomo dall’aspetto distinto, vestito con una sorta di camice bianco. Alla reception gli indicano me: è proprio il mio autista che, sorridendomi, mi invita a seguirlo. Non credo ai miei occhi, quando spalanca la portiera posteriore di un bellissimo SUV bianco coi vetri oscurati, tutto per me! In circa 15 minuti di tragitto (troviamo un po’ di traffico perchè gli studenti stanno uscendo da scuola) mi intrattiene in un discreto inglese e mi accompagna fino all’ingresso della Spa.

L’accoglienza

La hall è elegante e profumata, in perfetto stile Thai. Si notano subito un imponente bancone della reception e un grande tavolo centrale, sul quale una scatola colma di prodotti naturali fa molto “centro benessere”.

Mi offrono una tazza di tè e mi chiedono di compilare un questionario piuttosto dettagliato, nel quale dichiaro il mio stato di salute generale e scelgo quanto “strong” dovrà essere il massaggio. Giusto il tempo di finire, e una gentile signora viene a prendermi e mi conduce nella sua “massage room”.

Fah Lanna Chiang Mai

Foot massage

Nonostante sapessi che i miei piedi avevano bisogno di un bel massaggio, viste le lunghe camminate di questi giorni, ero un po’ dubbiosa sul fare o meno il foot-massage, qui nella Spa in Tailandia: soffro tantissimo il solletico, specialmente ai piedi, e temevo di non riuscire a tollerare che mi venissero manipolati per un’ora intera. Ho capito, però, che è più che altro questione di testa: mi sono dovuta concentrare a fondo per combattere il mio istinto, ma, una volta rilassata, me lo sono goduto davvero!

La Spa in Tailandia

La massaggiatrice ha già preparato una ciotola di acqua e succo di lime, nella quale, dopo avermi fatta sedere su una sedia, mi fa immergere i piedi. Prende, poi, delle fette di lime e me le strofina su piedi e caviglie. Una volta sciacquati e asciugati, mi fa distendere su un lettino. Un’ora esatta di massaggi e digito-pressioni con oli profumati, al termine della quale mi sembra di essere su una nuvola. Ci voleva la Spa in Tailandia per farmi capire quanto “peso” hanno i piedi nel nostro benessere generale!

Thai massage

Terminato il primo trattamento, la massaggiatrice non si prende nemmeno una pausa e inizia subito il massaggio Thai.

Avevo sentito molto parlare del massaggio tailandese, ma non l’avevo mai provato. Parte dalla punta dei piedi e, a salire, viene percosso tutto il corpo. Sì, credo che il verbo “percuotere” sia proprio adeguato! A tratti arrivano dei veri e propri “colpi” coi pugni, gomiti e anche ginocchia. Non è un trattamento per tutti, secondo me (penso ai miei genitori ad esempio).

Per quanto mi riguarda, ho gradito. Su un fisico come il mio, formato da molti anni di attività sportiva, un trattamento come questo genera finalmente degli effetti: distende i muscoli e slega le articolazioni. I (pochi) massaggi che ho provato in Spa o centri estetici qui in Italia, rispetto a questo della Spa in Tailandia, erano poco più che carezze e mi hanno lasciato parecchio delusa: alla fine, sembrava non l’avessi neanche fatto.

La conclusione

Terminato il trattamento e lasciatomi tutto il tempo per “riprendermi” e per rivestirmi, la mia massaggiatrice mi accompagna in un tranquillo e luminoso locale, una sorta di piccolo bar, dove mi offrono tè e biscotti. Mi invitano a fare con tutta calma. Una volta pronta, l’autista mi avrebbe riaccompagnata al mio hotel.

Il mio giudizio

La piscina del nostro hotel a Chiang Mai, era un vero toccasana nel tardo pomeriggio, dopo tutta la giornata in balia del caldo-umido tailandese. Mio marito era già arrivato dal suo tour ed io ero ansiosa di raccontargli tutto quello che avevo fatto nella Spa in Tailandia!

Gli ho detto che mi sono sentita un po’ VIP, che i massaggi mi sono piaciuti tanto e che in Italia, un serizio del genere, lo avrei avuto di sicuro per non meno di 100€. Il massaggio Thai, poi, è un’esperienza che, se si è in Tailandia, non si può non provare!

Devo avere colpito nel segno perchè, durante il successivo nostro soggiorno a Bangkok, il massaggio Thai ha voluto provarlo anche lui e io…mi sono offerta di accompagnarlo in una Spa cittadina per farlo insieme. Che moglie premurosa che sono, vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *