3 giorni a Phi Phi Islands

Pur non essendo amanti delle vacanze di “puro mare”, è difficile non ammettere che 3 giorni a Phi Phi Islands ce li siamo proprio goduti.

Phi Phi Island spiaggia Holiday Inn

LEGGI ANCHE: Itinerario di viaggio in Tailandia


Dove si trova Phi Phi Islands

Phi Phi Islands è una delle destinazioni-mare più belle della Tailandia. Si tratta, in realtà, di un gruppo di 6 isole (alcune delle quali davvero piccolissime) nel mare delle Andamane, a una quarantina di chilometri a est di Phuket. La più grande dell’arcipelago (nonchè l’unica abitata), Koh Phi Phi Don, è costituita, a onor del vero, da due distinte isole collegate da un piccolo lembo di sabbia e palme: uno spettacolo della natura.

Il paesaggio

L’arcipelago è costellato di paesaggi incantevoli: da alte scogliere a picco su un mare verde smeraldo a spiagge di sabbia bianca finissima, spesso lambite da una barriera corallina eccellente sia per lo snorkeling che per le immersioni. In pochi minuti di barca ci si può spostare da un punto all’altro dell’arcipelago, e visitare anche le spiagge più nascoste.

3 giorni a Phi Phi Island

Non vedrete auto a Phi Phi Islands, a meno che non vi addentriate all’interno dell’isola (e le poche che circolano sono ad uso esclusivo dei locali).


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: 5 giorni a Chiang Mai


Perchè Phi Phi Islands

Le opzioni “mare” in Tailandia sono molte, e devo dire ci abbiamo messo un po’ a scegliere quella che faceva per noi.

Come ormai saprete, non ci piacciono le località modaiole e affollate. Men che meno i resort con 2.000 camere, 7 ristoranti e 5 piscine! Per noi il mare vuol dire prima di tutto “mare”, quindi cercavamo acque tranquille, possibilmente con barriera corallina, per poter arricchire le nostre nuotate anche con un po’ di snorkeling. Se a questo abbiniamo la pace di un luogo tranquillo, pur non essendo amanti delle vacanze di “puro mare”, qualche giorno ce lo godiamo di sicuro.

Phi Phi Island spiaggia Holiday Inn

Il clima nell’arcipelago

Un altro fattore importantissimo da tenere in considerazione era il clima. Inutile una località da sogno se poi ci si ritrova sotto la pioggia battente di un monsone!

La Tailandia e il mare delle Andamane godono di un clima caldo durante tutto l’anno ma, per quanto riguarda la zona di Phuket e Phi Phi Islands, ci sono 2 stagioni nettamente distinte. Quella secca va da novembre a maggio. La stagione delle piogge, invece, da maggio a novembre (con possibilità di tempeste tropicali sopratutto nei mesi di settembre e ottobre).

Per quanto riguarda Phi Phi Islands, nonostante agosto fosse a rischio pioggia, abbiamo deciso di andarci lo stesso, ma seguendo il suggerimento che avevamo letto su diversi siti: scegliere uno dei resort lungo la costa orientale, perchè al riparo dai forti venti che spirando da ovest e ingrossano il mare della costa opposta. Ci è andata bene: in 3 giorni a Phi Phi Islands solo un paio di temporali violenti, ma brevi, in perfetto stile tropicale.

Come arrivare

Phi Phi Islands è raggiungibile in 45 minuti di barca veloce o in 90 minuti di traghetto (ferry), sia da Phuket che da Krabi, perchè equidistante da entrambi.

Per i nostri 3 giorni a Phi Phi Islands noi abbiamo utilizzato il traghetto. Non è stato il massimo dell’avventura (come il transfer in barca veloce verso le isole Perhentian, in Malesia), ma il tragitto più a rilento ci ha permesso di godere della spettacolare bellezza del paesaggio, specialmente nell’ultimo tratto, in mezzo alle isole.

Traghetto Phi Phi Island

Dove dormire (e mangiare)

La maggior parte delle strutture ricettive sono concentrate nel villaggio di Tonsai, a Koh Phi Phi Don. Qui si trova il centro turistico e commerciale dell’isola, che comprende anche un elevato numero di servizi e ristoranti, che animano anche la vita notturna.

Volendo respirare un’atmosfera più tranquilla e, oltretutto, trovare un clima migliore ad agosto, ci siamo orientati su uno dei resort sulla costa orientale. Sono 4 in totale, tutti di livello alto e concentrati nella parte nord. La cosa migliore è che nessuno di questi ha deturpato l’ambiente circostante, cosa molto apprezzabile.

Phi Phi Island mare della Tailandia

Il nostro resort a Phi Phi Don

Per i nostri 3 giorni a Phi Phi Islands abbiamo scelto l’Holiday Inn Resort Phi Phi Island, perchè ci sembrava quello col miglior rapporto qualità/prezzo. Abbiamo contattato via e-mail la struttura e prenotato direttamente con loro, ma potete farlo tranquillamente su Booking.com in pochi click, se volete fare prima. Noi abbiamo risparmiato qualcosina, ma abbiamo dovuto pagare l’intera cifra anticipatamente (e non refoundable).

Phi Phi Island spiaggia Holiday Inn

Abbiamo prenotato una camera doppia Superior al prezzo di 116€ a notte (colezione inclusa). Era disponibile anche la “Garden room” ad un prezzo di poco inferiore, ma rischiavamo di ritrovarci lontano dal mare (le Superior sono in posizione privilegiata) e, dopo avere visto la posizione di entrambe le soluzioni, rifarei di sicuro la stessa scelta.

E’ una cifra elevata rispetto alle altre località di mare della Tailandia, ma la location e la qualità della struttura, dei servizi e del cibi, giustificano il prezzo, a mio avviso.

Il trasferimento a Phi Phi Don

Il nostro Resort si è occupato di organizzarci l’intero trasferimento: dal nostro hotel di Phuket al porto in auto privata, da Phuket a Phi Phi Islands in traghetto e dal traghetto alla spiaggia del nostro resort con long-tail boat. Per il ritorno, era incluso anche il tragitto in auto privata dal porto di Phuket fino all’areoporto (più di 1 ora di viaggio). Il tutto per 100€ totali.

3 giorni a Phi Phi Island

Tenete presente che se andrete a nord dell’isola (come noi), il tragitto col traghetto durerà circa 3 ore: farete una sosta Tonsai Bay (dove scenderà la maggior parte dei turisti) e poi ci sarà ancora da percorrere un discreto tratto.

A posteriori vi posso dire che, organizzandosi direttamente là (ad esempio, anche il nostro piccolo hotel di Phuket organizzava il transfer a Phi Phi Islands) si risparmia sicuramente qualcosa. Tuttavia, sono rimasta contenta dell’organizzazione di Holiday Inn, che ha chiamato il nostro hotel a Phuket la sera prima per confermare gli orari, è stata sempre puntualissima e, al ritorno, ci ha mandato un SUV nuovo fiammante per portarci comodamente in areoporto.

Il cibo

La colazione, compresa nella tariffa delle nostra camera, era ottima e varia.

Per quanto riguarda la cena, Holiday Inn offriva diverse soluzioni. Abbiamo optato alcune volte per il ristorante principale con buffet a prezzo fisso e siamo rimasti soddisfatti. E ci ha stupito in positivo la “serata italiana”: c’era qualche piccolo errorino, ma il cibo era ottimo, compresa la pizza. Altre volte, invece, abbiamo cenato sulla spiaggia: un tavolino tutto per noi, a lume di candela! C’era un bancone di pesce fresco: dovevamo solo scegliere quali far mettere sulla griglia. Il prezzo era al peso: un po’ caro, ma solo per la location e l’atmosfera, ne valeva certamente la pena.

A pranzo, come nostra abitudine in viaggio (specialmente dopo una colazione super, di quelle che si fanno solo in vacanza…), giusto uno spuntino. Una pizza in 2 e un succo (ananas, latte di cocco e lime, una delizia!) al bar sulla spiaggia, davanti a quel panorama, era l’opzione perfetta.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: La Spa in Tailandia


Cosa fare a Phi Phi Islands

Cosa ve lo dico a fare, 3 giorni a Phi Phi Islands vogliono dire prima di tutto: il relax! Specialmente se arrivate sull’isola nel bel mezzo (come noi) o alla fine di un tour in Thailandia. Ma ci sono diverse attività da fare e molti posti da vedere a Phi Phi Island.

3 giorni a Phi Phi Island

Il modo migliore per esplorare le isole è a bordo dell’imbarcazione tipica del mare della Tailandia: la long-tail boat. Potete partecipare a escursioni organizzate, ma io vi consiglio, visto che si tratta di cifre molto abbordabili, di noleggiarne una tutta per voi, in modo da farvi portare dove e quando volete. Contrattate sempre il prezzo prima di salire. I costi vanno dai 1.700 bath (40€ circa) per 4 ore a 2.500 bath (60€ circa) per sei ore, se non ricordo male.

mare della Tailandia Phi Phi Island

Phi Phi Leh

Il luogo più gettonato non solo dell’arcipelago, ma di tutto il mare della Tailandia, è Phi Phi Leh, un’isola disabitata (dichiarata parco naturale), famosa perchè una delle sue spiagge, Maya Bay, è stata la location del film “The beach”, con Leonardo Di Caprio. Bellissima, per carità, ma abbiamo notato una fastidiosa smania di raggiungere a tutti i costi questa lingua di sabbia. Noi abbiamo evitato di andarci, perchè la sola vista in lontananza di tutte quelle barche che scaricavano turisti chiassosi ci ha fatto passare la poesia.

“Spero si trovi al più presto un modo per regolamentare gli accessi e preservare questo e ad altri “siti” presi d’assalto senza alcun ritegno.” Questo avevo scritto qualche giorno fa, prima di apprendere con grande gioia da internet che il sito è attualmente off-limits a tempo indeterminato! Quindi rettifico: non è possibile (almeno per qualche tempo) visitare Phi Phi Leh. E, credetemi, per come l’ho vista io e per come (pare) sia stata brutalmente violentata, è meglio così! Scriverò a breve un post su questo argomento: stay tuned!

Altri luoghi di Phi Phi Islands

Se siete in Tailandia soprattutto per il mare, sappiate che ci sono molti altri posti da vedere in 3 giorni nelle Phi Phi Islands.

Lagoon Bay è forse ancora più bella di Maya Bay. Non si tratta di una spiaggia ma proprio di una laguna, creata da enormi massi a picco sul mare, che assume una bellissima colorazione di un verde intenso. Per una maggiore tranquillità, meglio l’ora del tramonto.

Se vi trovate a Phi Phi Don, nella zona di Tonsay bay e volete qualcosa di più “vergine”, andate a Long Beach. Ci si arriva con una bella passeggiata di una ventina di minuti, oppure con 5 minuti di lancia. Troverete anche un ristorante carino sulla spiaggia che fa un ottimo riso col granchio.

mare della Tailandia

Tonsay Bay

Mi piace sempre vedere i centri abitati per “spiare” la vita della gente locale, ma avevo letto che Tonsay Bay è quanto di più turistico si possa immaginare: centinaia di negozi che vendono “made in China”, ristoranti Italiani, musica a tutto volume e…perfino un McDonalds!

Lo tsunami del 2004 aveva spazzato via tutto ed era l’occasione giusta per fare una ricostruzione intelligente ed ecosostenibile. Invece no: il vecchio palmeto ha lasciato il posto agli hotel multipiano. No, grazie. Vista anche la notevole distanza dal nostro resort, abbiamo preferito dedicare il tempo ad altre attività e non rovinare l’immagine che ci siamo fatti di questo paradiso.

Immersioni e snorkeling

La profondità media dei fondali dell’arcipelago è di 20 metri ed il punto più profondo non supera i 34 metri. Contesto ideale per snorkeling e immersioni, che non possono assolutamente mancare se vi fermate almeno 3 giorni a Phi Phi Islands.

Spiaggia holiday Inn Phi Phi Island

Per il diving (che noi non pratichiamo) affidatevi a una delle agenzie del posto, che conoscono di sicuro alla perfezione il mare della Tailandia. Assicuratevi che non vi inseriscano in un gruppo troppo numeroso (abbiamo sentito alcune lamentele per questo motivo): su un’imbarcazione sovraffollata non vi godreste di sicuro la giornata. E’ possibile anche fare escursioni in giornata da Phuket.

Per quanto riguarda lo snorkeling c’è l’imbarazzo della scelta e i barcaioli sanno meglio di tutti quali sono i punti migliori: chiedete e fidatevi di loro. Vi segnalo solo: Shark Point e Bamboo Island.

Shark Point si trova nei pressi di Long Beach. Andateci di primo mattino, quando l’acqua è più limpida e c’è poce gente: nuoterete insieme a tantissimi squali pinna nera! Innocui.

mare della tailandia

Bamboo island si trova, invece, a nord di Phi Phi Don, quindi molto comoda da raggiungere partendo dai resort delle costa est, dove eravamo noi. Qui si può nuotare sopra una bellissima barriera corallina, in mezzo a tanti pesci colorati e, se siete fortunati, vedere anche l’innocuo e bellissimo squalo leopardo. C’è anche una bellissima spiaggia che, a mio avviso, non ha nulla da invidiare a Maya Bay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *